RicercaGiuridica.com
La banca dati di sentenze gratuita e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Videolezioni Follow on Twitter Facebook Scrivici Stampa    


Codice: dei beni culturali - delle assicurazioni - civile - del consumo - delle comunicazioni - della proprietà industriale - della strada - privacy - Legge fallimentare - Testo Unico Iva -
TESTO NON VIGENTE Ringraziamenti a prof. Monateri (Cardozo) e Maurizio Marchi, @ e info

Ogni parola frase esatta

Art. 114 (Reiscrizione)



Codice assicurazioni - - TITOLO IX INTERMEDIARI DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE - CAPO II ACCESSO ALL’ATTIVITA’ DI INTERMEDIAZIONE - -




1. L’intermediario, che sia stato cancellato dal registro a seguito del provvedimento di
radiazione, può richiedere di esservi iscritto nuovamente, purché siano decorsi
almeno cinque anni dalla cancellazione e sussistano i requisiti di cui,
rispettivamente, agli articoli 110, 111 e 112. In caso di cancellazione derivante da
condanna irrevocabile o da fallimento, le persone fisiche possono essere
nuovamente iscritte al registro soltanto se ne sia intervenuta la riabilitazione.
2. L’intermediario, che sia stato cancellato per mancato versamento del contributo di
vigilanza, può essere iscritto nuovamente purché abbia provveduto al pagamento di
quanto non corrisposto sino alla cancellazione.
3. L’intermediario iscritto alla sezione del registro di cui all’articolo 109, comma 2,
lettera b), che sia stato cancellato dal registro per non aver provveduto al versamento
del contributo al Fondo di garanzia, può esservi nuovamente iscritto purché
provveda al pagamento delle somme dovute sino alla data di cancellazione,
maggiorate degli interessi moratori.
4. Se l’intermediario, intervenuta la cancellazione dal registro, chiede una nuova
iscrizione, essa viene disposta previa verifica della sussistenza dei requisiti di cui
agli articoli 110, 111 e 112, rimanendo valida, per le persone fisiche, l’idoneità già
conseguita ai sensi dell’articolo 110, comma 2, o della formazione ricevuta ai sensi
dell’articolo 111, commi 2 e 4. Art. 115
(Fondo di garanzia per i mediatori di assicurazione e di riassicurazione)
1. L’intermediario iscritto alla sezione del registro di cui all’articolo 109, comma 2,
lettera b), deve aderire al Fondo di garanzia costituito presso la CONSAP per
risarcire il danno patrimoniale causato agli assicurati e alle imprese di assicurazione
o di riassicurazione derivante dall’esercizio dell’attività di mediatore assicurativo o
riassicurativo che non sia stato risarcito dall’intermediario o non sia stato
indennizzato attraverso la polizza di cui, rispettivamente, all’articolo 110, comma 3,
e all’articolo 112, comma 3.
2. L’amministrazione del Fondo spetta ad un comitato nominato con decreto del
Ministro delle attività produttive, che è composto da un dirigente del Ministero delle
attività produttive, con funzioni di presidente, da un dirigente del Ministero
dell’economia e delle finanze, da un funzionario dell’ISVAP, da un funzionario
della CONSAP, da due rappresentanti degli intermediari iscritti nella corrispondente
sezione del registro, da un rappresentante delle imprese di assicurazione e di
riassicurazione.
3. Le norme relative all’amministrazione, alla contribuzione ed ai limiti di intervento
sono stabilite con regolamento del Ministro delle attività produttive, sentito
l’ISVAP. Il contributo è determinato annualmente con decreto del Ministro delle
attività produttive, sentito l’ISVAP ed il comitato di gestione, in misura non
superiore allo zero virgola cinquanta per cento delle provvigioni annualmente
acquisite, anche al fine di garantire comunque la copertura degli oneri di
funzionamento del comitato di cui al comma 2.
4. Il fondo costituisce patrimonio separato da quello del soggetto presso il quale è
costituito e da eventuali altri fondi. Sul fondo non sono ammesse azioni, sequestri o
pignoramenti dei creditori del soggetto che li amministra né dei creditori dei singoli
intermediari, o nell’interesse degli stessi, diversi dagli assicurati o dalle imprese. Il
fondo non può essere compreso nelle procedure concorsuali che riguardano il
soggetto che li amministra o i singoli intermediari partecipanti.
5. Il fondo è surrogato nei diritti degli assicurati e delle imprese di assicurazione e di
riassicurazione fino alla concorrenza dei pagamenti effettuati a loro favore.








RICORDA: TESTO NON VIGENTE - Tutti i diritti riservati - Info legali - Privacy policy - Ticker IusOnDemand srl - P.IVA: 04446030969