RicercaGiuridica.com
La banca dati di sentenze gratuita e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Videolezioni Follow on Twitter Facebook Scrivici Stampa    


Codice: dei beni culturali - delle assicurazioni - civile - del consumo - delle comunicazioni - della proprietà industriale - della strada - privacy - Legge fallimentare - Testo Unico Iva -
TESTO NON VIGENTE Ringraziamenti a prof. Monateri (Cardozo) e Maurizio Marchi, @ e info

Ogni parola frase esatta

Art. 192 (Imprese di assicurazione italiane)



Codice assicurazioni - - TITOLO XIV VIGILANZA SULLE IMPRESE E SUGLI INTERMEDIARI - CAPO II VIGILANZA SULLA GESTIONE TECNICA, FINANZIARIA E PATRIMONIALE DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE E DI RIASSICURAZIONE - -




1. Le imprese di assicurazione con sede legale in Italia sono soggette alla vigilanza
dell’ISVAP sia per l’attività esercitata nel territorio della Repubblica sia per quella
svolta nel territorio degli altri Stati membri in regime di stabilimento e di libertà di
prestazione di servizi.
2. L'ISVAP esercita le funzioni di vigilanza prudenziale, avendo riguardo alla costante
verifica della situazione tecnica, finanziaria e patrimoniale dell’impresa, con
particolare riferimento alla sufficienza delle riserve tecniche in rapporto all’insieme
dell’attività svolta, alla disponibilità di attivi congrui ai fini dell'integrale copertura
delle riserve ed al possesso del margine di solvibilità. Nei confronti delle imprese
autorizzate all’esercizio del ramo assistenza la vigilanza dell’ISVAP si estende
anche alle verifiche sul personale e sui mezzi tecnici di cui le imprese dispongono
per fornire la prestazione.
3. L’ISVAP, anche su segnalazione dell’autorità di vigilanza dello Stato membro della
sede secondaria o dello Stato membro di prestazione di servizi, adotta le misure
idonee a porre fine alle irregolarità commesse in altri Stati membri dalle imprese di
assicurazione con sede legale in Italia o alle attività svolte in tali Stati che possano
compromettere la stabilità finanziaria delle stesse. Delle misure adottate è data
comunicazione all’autorità di vigilanza dello Stato membro di stabilimento o dello
Stato membro di prestazione di servizi.
4. L’ISVAP esercita le funzioni di vigilanza prudenziale affinché le imprese di
assicurazione che svolgono attività in regime di stabilimento o di prestazione di
servizi in Stati terzi dispongano di un margine di solvibilità sufficiente, avuto
riguardo anche a tali attività e di riserve tecniche adeguate agli impegni
complessivamente assunti.








RICORDA: TESTO NON VIGENTE - Tutti i diritti riservati - Info legali - Privacy policy - Ticker IusOnDemand srl - P.IVA: 04446030969