RicercaGiuridica.com
La banca dati di sentenze gratuita e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Videolezioni Follow on Twitter Facebook Scrivici Stampa    


Codice: dei beni culturali - delle assicurazioni - civile - del consumo - delle comunicazioni - della proprietà industriale - della strada - privacy - Legge fallimentare - Testo Unico Iva -
TESTO NON VIGENTE Ringraziamenti a prof. Monateri (Cardozo) e Maurizio Marchi, @ e info

Ogni parola frase esatta

Art. 267 (Rapporti di lavoro, contratti su beni immobili, navi e aeromobili, strumenti finanziari)



Codice assicurazioni - - TITOLO XVI MISURE DI SALVAGUARDIA, RISANAMENTO E LIQUIDAZIONE - CAPO VI EFFETTI DELLE MISURE DI RISANAMENTO E DI LIQUIDAZIONE DELL'IMPRESA DI ASSICURAZIONE ADOTTATE DA ALTRI STATI MEMBRI - -




1. In caso di adozione di un provvedimento di risanamento o di una procedura di
liquidazione, da parte di un altro Stato membro nei confronti dell'impresa di
assicurazione che ha sede legale in tale Stato, restano soggetti alla legge italiana:
a) i rapporti di lavoro con l'impresa di assicurazione sorti in Italia;
b) i contratti stipulati con l'impresa di assicurazione che danno diritto all'utilizzo o
all'acquisto di un bene immobile situato nel territorio della Repubblica;
c) i diritti dell’impresa di assicurazione su un bene immobile, su una nave o su un
aeromobile, che richiedono un'iscrizione in un pubblico registro italiano.

2. Agli atti a titolo oneroso, stipulati successivamente all’adozione di un
provvedimento di risanamento o di una procedura di liquidazione, per effetto dei
quali l’impresa di assicurazione disponga di un bene immobile, di una nave o di un
aeromobile soggetti all’iscrizione in pubblico registro ovvero di strumenti finanziari
la cui esistenza o il cui trasferimento presuppongono l’iscrizione in un registro
pubblico o l'immissione in un sistema di deposito accentrato, si applica la legge
italiana se, rispettivamente, l'immobile è situato nel territorio della Repubblica, i
pubblici registri della nave o dell'aeromobile ovvero il registro o il sistema di
deposito accentrato degli strumenti finanziari sono disciplinati dalla legge italiana. Art. 268
(Diritti reali di terzi su beni situati nel territorio della Repubblica)
1. L’adozione di un provvedimento di risanamento o di una procedura di liquidazione,
da parte di un altro Stato membro nei confronti di un'impresa di assicurazione che
ha sede legale in tale Stato, non pregiudica i diritti reali di terzi su beni, mobili o
immobili, siano essi beni determinati o universalità di beni indeterminati, di
proprietà dell’impresa di assicurazione che si trovano nel territorio della Repubblica.
2. E’ assimilato ad un diritto reale il diritto, iscritto in pubblico registro e opponibile a
terzi, che consenta di ottenere un diritto reale ai sensi del comma 1.
3. La disposizione di cui al comma 1 non osta alle azioni di nullità, annullamento o di
inopponibilità degli atti pregiudizievoli per la massa dei creditori previste dalla
legislazione dello Stato membro dell'impresa nei confronti della quale è stata
adottata la misura di risanamento o di liquidazione.





Store

Video Lezioni di diritto

Banche dati di diritto

#Start-up

Costituzionale

StartUp studio Legale e-learning



RICORDA: TESTO NON VIGENTE - Tutti i diritti riservati - Info legali - Privacy policy - Ticker IusOnDemand srl - P.IVA: 04446030969