RicercaGiuridica.com
La banca dati di sentenze gratuita e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Videolezioni Follow on Twitter Facebook Scrivici Stampa    


Codice: dei beni culturali - delle assicurazioni - civile - del consumo - delle comunicazioni - della proprietà industriale - della strada - privacy - Legge fallimentare - Testo Unico Iva -
TESTO NON VIGENTE Ringraziamenti a prof. Monateri (Cardozo) e Maurizio Marchi, @ e info

Ogni parola frase esatta

ART. 47 (Informazione sul diritto di recesso)



Codice del consumo - - PARTE III IL RAPPORTO DI CONSUMO TITOLO III Modalità contrattuali - CAPO I Particolari modalità di conclusione del contratto - SEZIONE I Contratti negoziati fuori dei locali commerciali(decreto legislativo 15 gennaio 1992, 50) -




1. Per i contratti e per le proposte contrattuali soggetti alle disposizioni della presente sezione, il
professionista deve informare il consumatore del diritto di cui agli articoli da 64 a 67.
L'informazione deve essere fornita per iscritto e deve contenere:
a) l'indicazione dei termini, delle modalità e delle eventuali condizioni per l'esercizio del diritto di
recesso;
b) l'indicazione del soggetto nei cui riguardi va esercitato il diritto di recesso ed il suo indirizzo o, se
si tratti di società o altra persona giuridica, la denominazione e la sede della stessa, nonché
l'indicazione del soggetto al quale deve essere restituito il prodotto eventualmente già
consegnato, se diverso.
2. Qualora il contratto preveda che l'esercizio del diritto di recesso non sia soggetto ad alcun termine o
modalità, l'informazione deve comunque contenere gli elementi indicati nella lettera b) del comma
1.
3. Per i contratti di
cui all’articolo 45, comma 1, lettere a), b) e c), qualora sia sottoposta al
consumatore, per la sottoscrizione, una nota d'ordine, comunque denominata, l'informazione di cui
al comma 1 deve essere riportata nella suddetta nota d'ordine, separatamente dalle altre clausole
contrattuali e con caratteri tipografici uguali o superiori a quelli degli altri elementi indicati nel
documento. Una copia della nota d'ordine, recante l'indicazione del luogo e della data di
sottoscrizione, deve essere consegnata al consumatore.
4. Qualora non venga predisposta una nota d'ordine, l'informazione deve essere comunque fornita al
momento della stipulazione del contratto ovvero all'atto della formulazione della proposta,
nell'ipotesi prevista dall’articolo 45, comma 2, ed il relativo documento deve contenere, in caratteri
chiaramente leggibili, oltre agli elementi di cui al comma 1, l'indicazione del luogo e della data in
cui viene consegnato al consumatore, nonché gli elementi necessari per identificare il contratto. Di
tale documento il professionista può richiederne una copia sottoscritta dal consumatore.
5. Per i contratti di cui all'articolo 45, comma 1, lettera d), l'informazione sul diritto di recesso deve
essere riportata nel catalogo o altro documento illustrativo della merce o del servizio oggetto del
contratto, o nella relativa nota d'ordine, con caratteri tipografici uguali o superiori a quelli delle altre
informazioni concernenti la stipulazione del contratto, contenute nel documento. Nella nota d'ordine,
comunque, in luogo della indicazione completa degli elementi di cui al comma 1, può essere
riportato il solo riferimento al diritto di esercitare il recesso, con la specificazione del relativo
termine e con rinvio alle indicazioni contenute nel catalogo o altro documento illustrativo della
merce o del servizio per gli ulteriori elementi previsti nell'informazione.
6. Il professionista non potrà accettare, a titolo di corrispettivo, effetti cambiari che abbiano una
scadenza inferiore a quindici giorni dalla stipulazione del contratto e non potrà presentarli allo
sconto prima di tale termine.








RICORDA: TESTO NON VIGENTE - Tutti i diritti riservati - Info legali - Privacy policy - Ticker IusOnDemand srl - P.IVA: 04446030969