RicercaGiuridica.com
La banca dati di sentenze gratuita e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Videolezioni Follow on Twitter Facebook Scrivici Stampa    


Cassazione - Corte Costituzionale - Sentenze - Gloxa: Dal 2000 la 1o comunita' per lo scambio di sentenze complete in puro testo


Materie - Invio - Partecipa - News2.0 - testi integrali - RSS



TRIBUNALE DI CATANZARO 18.2.03 - (7500)


fermo amministrativo. Fonte: Giuristi The Brain

*** NEW: partecipa per taggare il documento


TRIBUNALE DI CATANZARO

Sezione distaccata di Chiaravalle C.le

Il Giudice, a scioglimento della riserva di cui al verbale dell'udienza del 4.2.03 osserva:

si deve, preliminarmente, qualificare giuridicamente il ricorso proposto da omissis

E', a tal fine, necessario precisare e chiarire quale sia la disciplina e la natura giuridica del fermo amministrativo.

L'art. 86, c. 1, dei DPR 29.9.1973, n. 602, così come modificato dall'art. 16, e. 1, D.Lgs. 26.2.1999, n. 46 e dall'art- 1, c. 1, lett. q, decreto legislativo, 27.4.01, n. 193, prevede che il concessionario, decorso inutilmente il termine di sessanta giorni dalla notifica della cartella esattoriale (art. 50, e. 1, del DPR 602173), possa disporre il fermo dei beni mobili dei debitori iscritti in pubblici registri. La disposizione in questione, prevede, inoltre, che il fermo si esegue mediante iscrizione del provvedimento che lo dispone nei registri mobiliari a cura dei concessionario, che ne dà, altresì, comunicazione al soggetto nei confronti del quale si procede; chi circola con veicoli sottoposti a fermo è soggetto alla sanzione di cui all'art. 214, c. 8 dei decreto legislativo 30.4.1992, n. 285.

Si deve considerare che la disposizione in esame è inserita nel titolo Il dei DPR ivi menzionato (riscossione coattiva), capo I (disposizioni particolari in materia di espropriazione di beni mobili registrati).

Il procedimento esecutivo esattoriale a ruolo ha quale caratteristica fondamentale la separazione tra titolarità del credito e titolarità dell'anione esecutiva; il titolare dei credito affida la riscossione ad un altro soggetto che si occupa della riscossione dei crediti altrui. il procedimento esecutivo è predeterminato dalla legge nelle forme per l'apprensione dei beni e per la vendita dei medesimi e il controllo giudiziale è successivo ed eventuale.

Il fermo amministrativo, nell'ambito della suddetta disciplina, si inserisce quale rimedio autonomo e diverso, spetto alla riscossione mediate espropriazione dei beni mobili, che ha inizio con la trascrizione del pignoramento richiesto dal concessionario al Conservatore dei pubblici Registri mobiliari (art. 47, DPR menzionato). Si ritiene, pertanto, che il rimedio in questione costituisca un mezzo dei quale si può avvalere il concessionario per la riscossione del credito, invece di optare direttamente per il procedimento espropriativo. Infatti, il fermo dell'autoveicolo comporta soltanto il divieto di circolazione con il mezzo e l'applicazione della sanzione nel caso di trasgressione a tale divieto. in caso di pagamento il fermo viene revocato. Pertanto, non può qualificarsi quale atto esecutivo o quale atto prodrornico ad una procedura esecutiva.

Per quanto esposto, non si ritiene che possa configurarsi il ricorso proposto quale opposizione all'esecuzione o quale opposizione agli atti esecutivi; lo stesso deve, invece, qualificarsi quale ricorso in via d'urgenza ex art. 700 c.p.c..

Nel merito, il suddetto ricorso non può trovare accoglimento, atteso che non ricorrono i presupposti del fumus boni iuris e del periculum in mora.

L'eccepita mancanza dei regolamento attuativo deve essere disattesa.- si ritiene, infatti, che, sulla base dei principi interpretativi del nostro ordinamento, con riferimento alla fattispecie in esame, debba continuare ad applicarsi la. normativa contenuta nel DM 7.9.1998, n. 503 (regolamento attuativo di una norma abrogata), limítatamente alle parti non incompatibili con la nuova disposizione, fino all'applicazione del regolamento attuativo della disposizione che ha sostituito la vecchia norma, come precisato anche dall'Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Rapporti con Enti Esterni - con circolare n. 221/E dei 24.11.1999 e risoluzione n. 64/E del 1.3.02.

Non sussiste il requisito dei periculum in mora; ciò in quanto nel caso di integrale pagamento delle somme dovute il fermo viene revocato (art. 6 DM 7.9.1998, -n703). Il ricorrente, pertanto, può lui stesso scongiurare il verificarsi di un pregiudizio imminente ed irreparabile, pagando la somma richiesta.

Per quanto esposto, il ricorso proposto deve essere rigettato.

P.Q.M.

Rigetta il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese legali, a favore del resistente, che liquida in complessivi euro 568,10, oltre IVA, CPA e spese generali come per legge.

Chiaravalle C.le 18.2.03

Il Giudice

Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)

Tags:

*** NEW: partecipa per taggare il documento

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Corsi Video di diritto
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata








Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - News - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.476