RicercaGiuridica.com
Codici e Gazzette

Chi siamo

Scrivici Stampa    



Codici:
Civile · 2018 · 2020
Procedura Civile · 2018 · 2020
Privacy 2018 · 2020 · GDPR
Consumo · 2018 · 2020
Turismo · 2018
Strada · 2018
Comunicazioni · 2018
Diritto d'autore
Propriet√† Industriale · 2018 · 2020
Assicurazioni · 2018
Crisi Cod.2019 · L. Fall.
Insolvenza 2020 · TUF 2018
T.U. IVA · Terzo Settore 2020


Share link or Ogni parola frase esatta
Aggiornamenti: 2020=16.6.2020, 2018=2.3.2018, gli altri del 26.8.2014. GRATUITI E NON UFFICIALI da Normattiva





Art. 648. Adempimento dell'onere.


Art. 648.
(Adempimento dell'onere).
Per l'adempimento dell'onere puo' agire qualsiasi interessato.
Nel caso d'inadempimento dell'onere, l'autorita' giudiziaria puo' pronunziare la risoluzione della disposizione testamentaria, se la risoluzione e' stata prevista dal testatore, o se l'adempimento dell'onere ha costituito il solo motivo determinante della disposizione.



Codice civile 2020

LIBRO SECONDO

TITOLO III DELLE SUCCESSIONI TESTAMENTARIE

 CAPO V Dell'istituzione di erede e dei legati

  Sezione II Delle disposizioni condizionali, a termine e modali



Art. 633.Condizione sospensiva o risolutiva.
Art. 634.Condizioni impossibili o illecite.
Art. 635.Condizione di reciprocita'.
Art. 636.Divieto di nozze.
Art. 637.Termine.
Art. 638.Condizione di non fare o di non dare.
Art. 639.Garanzia in caso di condizione risolutiva.
Art. 640.Garanzia in caso di legato sottoposto a condizione sospensiva o a termine.
Art. 641.Amministrazione in caso di condizione sospensiva o di mancata prestazione di garanzia.
Art. 642.Persone a cui spetta l'amministrazione.
Art. 643.Amministrazione in caso di eredi nascituri.
Art. 644.Obblighi e facolta' degli amministratori.
Art. 645.Condizione sospensiva potestativa senza termine.
Art. 646.Retroattivita' della condizione.
Art. 647.Onere.
Art. 648.Adempimento dell'onere.


 ^  Art. 633. Condizione sospensiva o risolutiva.

Art. 633.
(Condizione sospensiva o risolutiva).
Le disposizioni a titolo universale o particolare possono farsi sotto condizione sospensiva o risolutiva.


 ^  Art. 634. Condizioni impossibili o illecite.

Art. 634.
(Condizioni impossibili o illecite).
Nelle disposizioni testamentarie si considerano non apposte le condizioni impossibili e quelle contrarie a norme imperative, all'ordine pubblico o al buon costume, salvo quanto e' stabilito dall'art. 626.


 ^  Art. 635. Condizione di reciprocita'.

Art. 635.
(Condizione di reciprocita').
E' nulla la disposizione a titolo universale o particolare fatta dal testatore a condizione di essere a sua volta avvantaggiato nel testamento dell'erede o del legatario.


 ^  Art. 636. Divieto di nozze.

Art. 636.
(Divieto di nozze).
E' illecita la condizione che impedisce le prime nozze o le ulteriori.
Tuttavia il legatario di usufrutto o di uso, di abitazione o di pensione, o di altra prestazione periodica per il caso o per il tempo del celibato o della vedovanza, non puo' goderne che durante il celibato o la vedovanza.


 ^  Art. 637. Termine.

Art. 637.
(Termine).
Si considera non apposto a una disposizione a titolo universale il termine dal quale l'effetto di essa deve cominciare o cessare.


 ^  Art. 638. Condizione di non fare o di non dare.

Art. 638.
(Condizione di non fare o di non dare).
Se il testatore ha disposto sotto la condizione che l'erede o il legatario non faccia o non dia qualche cosa per un tempo indeterminato, la disposizione si considera fatta sotto condizione risolutiva, salvo che dal testamento risulti una contraria volonta' del testatore.


 ^  Art. 639. Garanzia in caso di condizione risolutiva.

Art. 639.
(Garanzia in caso di condizione risolutiva).
Se la disposizione testamentaria e' sottoposta a condizione risolutiva, l'autorita' giudiziaria, qualora ne ravvisi l'opportunita', puo' imporre all'erede o al legatario di prestare idonea garanzia a favore di coloro ai quali l'eredita' o il legato dovrebbe devolversi nel caso che la condizione si avverasse.


 ^  Art. 640. Garanzia in caso di legato sottoposto a condizione sospensiva o a termine.

Art. 640.
(Garanzia in caso di legato sottoposto a condizione sospensiva o a termine).
Se a taluno e' lasciato un legato sotto condizione sospensiva o dopo un certo tempo, l'onerato puo' essere costretto a dare idonea garanzia al legatario, salvo che il testatore abbia diversamente disposto.
La garanzia puo' essere imposta anche al legatario quando il legato e' a termine finale.


 ^  Art. 641. Amministrazione in caso di condizione sospensiva o di mancata prestazione di garanzia.

Art. 641.
(Amministrazione in caso di condizione sospensiva o di mancata prestazione di garanzia).
Qualora l'erede sia istituito sotto condizione sospensiva, finche' questa condizione non si verifica o non e' certo che non si puo' piu' verificare, e' dato all'eredita' un amministratore.
Vale la stessa norma anche nel caso in cui l'erede o il legatario non adempie l'obbligo di prestare la garanzia prevista dai due articoli precedenti.


 ^  Art. 642. Persone a cui spetta l'amministrazione.

Art. 642.
(Persone a cui spetta l'amministrazione).
L'amministrazione spetta alla persona a cui favore e' stata disposta la sostituzione, ovvero al coerede o ai coeredi, quando tra essi e l'erede condizionale vi e' il diritto di accrescimento.
Se non e' prevista la sostituzione o non vi sono coeredi a favore dei quali abbia luogo il diritto di accrescimento, l'amministrazione spetta al presunto erede legittimo.
In ogni caso l'autorita' giudiziaria, quando concorrono giusti motivi, puo' provvedere altrimenti.


 ^  Art. 643. Amministrazione in caso di eredi nascituri.

Art. 643.
(Amministrazione in caso di eredi nascituri).
Le disposizioni dei due precedenti articoli si applicano anche nel caso in cui sia chiamato a succedere un non concepito, figlio di una determinata persona vivente. A questa spetta la rappresentanza del nascituro, per la tutela dei suoi diritti successori, anche quando l'amministratore dell'eredita' e' una persona diversa.
((Se e' chiamato un concepito, l'amministrazione spetta al padre e alla madre.))


 ^  Art. 644. Obblighi e facolta' degli amministratori.

Art. 644.
(Obblighi e facolta' degli amministratori).
Agli amministratori indicati dai precedenti articoli sono comuni le regole che si riferiscono ai curatori dell'eredita' giacente.


 ^  Art. 645. Condizione sospensiva potestativa senza termine.

Art. 645.
(Condizione sospensiva potestativa senza termine).
Se la condizione apposta all'istituzione di erede o al legato e' sospensiva potestativa e non e' indicato il termine per l'adempimento, gli interessati possono adire l'autorita' giudiziaria perche' fissi questo termine.


 ^  Art. 646. Retroattivita' della condizione.

Art. 646.
(Retroattivita' della condizione).
L'adempimento della condizione ha effetto retroattivo; ma l'erede o il legatario, nel caso di condizione risolutiva, non e' tenuto a restituire i frutti se non dal giorno in cui la condizione si e' verificata. L'azione per la restituzione dei frutti si prescrive in cinque anni.


 ^  Art. 647. Onere.

Art. 647.
(Onere).
Tanto all'istituzione di erede quanto al legato puo' essere apposto un onere.
Se il testatore non ha diversamente disposto, l'autorita' giudiziaria, qualora ne ravvisi l'opportunita', puo' imporre all'erede o al legatario gravato dall'onere una cauzione.
L'onere impossibile o illecito si considera non apposto; rende tuttavia nulla la disposizione, se ne ha costituito il solo motivo determinante.


 ^  Art. 648. Adempimento dell'onere.

Art. 648.
(Adempimento dell'onere).
Per l'adempimento dell'onere puo' agire qualsiasi interessato.
Nel caso d'inadempimento dell'onere, l'autorita' giudiziaria puo' pronunziare la risoluzione della disposizione testamentaria, se la risoluzione e' stata prevista dal testatore, o se l'adempimento dell'onere ha costituito il solo motivo determinante della disposizione.


Vai a




Testo vigente gratuito e non ufficiale, vigente alla data indicata

2021 Software & Legal Design @ IusOnDemand srl - Info legali - Privacy - Cookie - p.iva 04446030969 - Ex voto
Dal 3.9.2021 analitiche di Google anonimizzate