RicercaGiuridica.com
Codici e Gazzette

Chi siamo

Scrivici Stampa    



Codici:
Civile · 2018 · 2020
Procedura Civile · 2018 · 2020
Privacy 2018 · 2020 · GDPR
Consumo · 2018 · 2020
Turismo · 2018
Strada · 2018
Comunicazioni · 2018
Diritto d'autore
Propriet√† Industriale · 2018 · 2020
Assicurazioni · 2018
Crisi Cod.2019 · L. Fall.
Insolvenza 2020 · TUF 2018
T.U. IVA · Terzo Settore 2020


Share link or Ogni parola frase esatta
Aggiornamenti: 2020=16.6.2020, 2018=2.3.2018, gli altri del 26.8.2014. GRATUITI E NON UFFICIALI da Normattiva





Art. 1364. Espressioni generali.


Art. 1364.
(Espressioni generali).
Per quanto generali siano le espressioni usate nel contratto, questo non comprende che gli oggetti sui quali le parti si sono proposte di contrattare.



Codice civile 2020

LIBRO QUARTO

TITOLO II DEI CONTRATTI IN GENERALE

 CAPO IV Dell'interpretazione del contratto



Art. 1362.Intenzione dei contraenti.
Art. 1363.Interpretazione complessiva delle clausole.
Art. 1364.Espressioni generali.
Art. 1365.Indicazioni esemplificative.
Art. 1366.Interpretazione di buona fede.
Art. 1367.Conservazione del contratto.
Art. 1368.Pratiche generali interpretative.
Art. 1369.Espressioni con piu' sensi.
Art. 1370.Interpretazione contro l'autore della clausola.
Art. 1371.Regole finali.
Leggi le fonti citate:



 ^  Art. 1362. Intenzione dei contraenti.

Art. 1362.
(Intenzione dei contraenti).
Nell'interpretare il contratto si deve indagare quale sia stata la comune intenzione delle parti e non limitarsi al senso letterale delle parole.
Per determinare la comune intenzione delle parti, si deve valutare il loro comportamento complessivo anche posteriore alla conclusione del contratto.


 ^  Art. 1363. Interpretazione complessiva delle clausole.

Art. 1363.
(Interpretazione complessiva delle clausole).
Le clausole del contratto si interpretano le une per mezzo delle altre, attribuendo a ciascuna il senso che risulta dal complesso dell'atto.


 ^  Art. 1364. Espressioni generali.

Art. 1364.
(Espressioni generali).
Per quanto generali siano le espressioni usate nel contratto, questo non comprende che gli oggetti sui quali le parti si sono proposte di contrattare.


 ^  Art. 1365. Indicazioni esemplificative.

Art. 1365.
(Indicazioni esemplificative).
Quando in un contratto si e' espresso un caso al fine di spiegare un patto, non si presumono esclusi i casi non espressi, ai quali, secondo ragione, puo' estendersi lo stesso patto.


 ^  Art. 1366. Interpretazione di buona fede.

Art. 1366.
(Interpretazione di buona fede).
Il contratto deve essere interpretato secondo buona fede.


 ^  Art. 1367. Conservazione del contratto.

Art. 1367.
(Conservazione del contratto).
Nel dubbio, il contratto o le singole clausole devono interpretarsi nel senso in cui possono avere qualche effetto, anziche' in quello secondo cui non ne avrebbero alcuno.


 ^  Art. 1368. Pratiche generali interpretative.

Art. 1368.
(Pratiche generali interpretative).
Le clausole ambigue s'interpretano secondo cio' che si pratica generalmente nel luogo in cui il contratto e' stato concluso.
Nei contratti in cui una delle parti e' un imprenditore, le clausole ambigue s'interpretano secondo cio' che si pratica generalmente nel luogo in cui e' la sede dell'impresa.


 ^  Art. 1369. Espressioni con piu' sensi.

Art. 1369.
(Espressioni con piu' sensi).
Le espressioni che possono avere piu' sensi devono, nel dubbio, essere intese nel senso piu' conveniente alla natura e all'oggetto del contratto.


 ^  Art. 1370. Interpretazione contro l'autore della clausola.

Art. 1370.
(Interpretazione contro l'autore della clausola).
Le clausole inserite nelle condizioni generali di contratto o in moduli o formulari predisposti da uno dei contraenti s'interpretano, nel dubbio, a favore dell'altro.


 ^  Art. 1371. Regole finali.

Art. 1371.
(Regole finali).
Qualora, nonostante l'applicazione delle norme contenute in questo capo, il contratto rimanga oscuro, esso deve essere inteso nel senso meno gravoso per l'obbligato, se e' a titolo gratuito, e nel senso che realizzi l'equo contemperamento degli interessi delle parti, se e' a titolo oneroso.
((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. LUOGOTENENZIALE 14 SETTEMBRE 1944, N. 287)).


Vai a




Testo vigente gratuito e non ufficiale, vigente alla data indicata

2022 Software & Legal Design @ IusOnDemand srl - Info legali - Privacy - Cookie - p.iva 04446030969 - Ex voto
Dal 3.9.2021 analitiche di Google anonimizzate