RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS



GIUDICE DI PACE DI POZZUOLI (NA)

by Italo Bruno

Trasferimento di proprietà auto

Ancora una volta l'attento Avv. Italo Bruno invia una sentenza di particolare attualita'.

La "rimozione" delle competenze del notaio portera' delle modifiche importanti, e forse dei rischi. La sentenza affronta la natura degli atti compiuti prima della riforma.

Segue il commento dell'avv. Italo Bruno.

La trascrizione dell’atto di trasferimento dell’autoveicolo nel PRA, non costituisce requisito di validità e di efficacia del trasferimento medesimo ma, configura soltanto un mezzo di pubblicità intesa a dirimere gli eventuali conflitti tra più aventi causa dal medesimo venditore.

La trascrizione dell’atto di trasferimento dell’autoveicolo nel PRA può essere eseguita anche in forza di una sentenza che operi la costituzione, la modificazione o il trasferimento dei diritti aventi ad oggetto beni mobili registrati.

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

SENT.N.__________

CRON.N.__________

REP. N.__________

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

L’avv. Italo BRUNO,

Giudice di Pace del Mandamento di Pozzuoli,

ha pronunciato la seguente

S E N T E N Z A

nella causa iscritta al n° 7676/04 R.G. - Affari Contenziosi Civili - avente ad oggetto:

Trasferimento di proprietà di autovettura.

T R A

(…) Bruno, dom.to in (…) (NA) alla Via (…) n.(…); ATTORE

E

(…) Immacolata, dom.ta in (…) (NA) alla Via (…) n.(…); CONVENUTA-CONTUMACE

CONCLUSIONI

Per l’attore: accogliere la domanda e, per l’effetto, dichiarare l’avvenuto trasferimento della proprietà dell’auto Peugeot 741 A47 tg.(…) a favore di (…) Immacolata a far data dal 14/11/2003; ordinare all’Ufficio P.R.A. l’annotazione.

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

(…) Bruno, con atto di citazione ritualmente notificato in data 21/1/05, conveniva innanzi a questo Giudice, (…) Immacolata affinché - previo accertamento del suo diritto a spogliarsi della proprietà dell’auto Peugeot 741 A47 tg.(…) a favore della convenuta, fosse dichiarato l’avvenuto trasferimento, come da richieste in epigrafe trascritte.

A tal fine nell’atto introduttivo premetteva:

- che in data 14/11/03 vendeva l’auto Peugeot 741 A47 tg.(…) a (…) Immacolata, come da attestato di vendita del Dr. (…) Notaio in Napoli, allegato in copia conforme agli atti;

- che, nella stessa data l’auto veniva consegnata a (…) Immacolata, in uno ai documenti relativi;

- che, tuttavia, (…) Immacolata non provvedeva alla necessaria trascrizione presso il competente P.R.A. di Napoli;

- che, neanche l’istante aveva potuto provvedervi per non essere in possesso dei documenti utili e necessari per il trasferimento e la trascrizione.

Instauratosi il procedimento, risultata contumace la convenuta (…) Immacolata, essendo la causa provata per tabulas, sulle rassegnate conclusioni in epigrafe trascritte, all’udienza del 23/2/05, la causa veniva assegnata a sentenza.

MOTIVI DELLA DECISIONE

Preliminarmente va dichiarata la contumacia della convenuta (…) Immacolata, regolarmente citata e non costituitasi.

Nel merito la domanda è fondata e va accolta.

E’ noto che la costituzione, l’estinzione ed il trasferimento dei diritti reali su beni mobili registrati non è soggetta a particolari oneri formali, in ossequio al principio della libertà delle forme vigenti per i beni mobili (ex art.1350 Cod. Civ.); che nel caso di specie, trattasi di trasferimento di proprietà di un autoveicolo che è a forma libera e per il quale, in particolare non è richiesto neanche un contratto (art. 815 c.c.) in forma scritta (Cass. 865/81), ciò anche ai fini della trascrizione, dal momento che, come nella fattispecie, di vendita verbale, il R.D. 29 luglio 1927 n. 1814 richiede solo una unilaterale dichiarazione autenticata del venditore (art. 3 e 13) anche se i contratti che hanno per oggetto il trasferimento di tali beni sono soggetti all’obbligo della trascrizione (artt. 2683 e 2684 Cod. Civ.).

Ne va de plano, che la forma scritta, sia pure non richiesta ai fini della validità ed efficacia degli atti, si rende necessaria per assolvere l’obbligo di rendere pubblici gli acquisti dei beni mobili registrati a mezzo della trascrizione e per conseguire l’effetto dell’opponibilità previsto dall’art. 2644 Cod. Civ..

Ma, la trascrizione può essere eseguita anche in forza di una sentenza che operi la costituzione, la modificazione o il trasferimento dei diritti aventi ad oggetto beni mobili registrati (artt. 2908, 2932, 2684 n. 6 Cod. Civ.).

I beni mobili registrati, altresì, possono essere acquistati in buona fede anche da venditore che non risulti intestatario nel P.R.A.. Infatti, in mancanza di titoli giustificativi della proprietà, la trascrizione avviene ai sensi e per gli effetti dell’art. 2688 cod. civ.. Invero, la trascrizione dell’atto di trasferimento dell’autoveicolo nel PRA, non costituisce requisito di validità e di efficacia del trasferimento medesimo ma, configura soltanto un mezzo di pubblicità intesa a dirimere gli eventuali conflitti tra più aventi causa dal medesimo venditore (Cass. 865/81).

Ciò premesso in punto di diritto; passando all’esame del caso di specie, il Decidente ritiene che l’istante abbia sufficientemente provato con i documenti depositati, di aver venduto in data 14/11/03 a Burrone Immacolata la sua auto Peugeot 741 A47 tg.(…); che alla data del 17/11/04 l’auto de qua risultava ancora intestata ad esso istante.

Va, dunque, dichiarato avvenuto il trasferimento della proprietà dell’autoveicolo per cui è causa sulla base delle prove prodotte ed assunte, a norma dell’art. 2686 cod. civ. ed ordinata la trascrizione della presente sentenza a cura del Conservatore del P.R.A. di Napoli.

Va da se che, pur potendo lo stesso attore provvedere alle predette formalità, l’annotazione effettuata dallo stesso, non potrebbe che avere efficacia ex nunc, per cui, lamentando l’istante la richiesta di pagamento di tasse e di contravvenzioni indebitamente imputategli per il mancato aggiornamento nel P.R.A. dell’intestazione a nome del nuovo proprietario, sussiste a suo favore un interesse specifico all’ottenimento di un accertamento giudiziale che consenta di retroagire l’efficacia di tale annotazione alla data del trasferimento della proprietà dell’autoveicolo.

In accoglimento della domanda, va dunque dato atto che alla data del 14 novembre 2003 è avvenuto il trasferimento di proprietà dell’auto Peugeot 741 A47 tg.(…) tra il venditore (…) Bruno e l’acquirente (…) Immacolata, facendosi ordine al Conservatore del PRA di Napoli di trascrivere tale vendita con completo esonero di responsabilità di detto Conservatore, autorizzando, in ogni caso, lo stesso attore a provvedere alla trascrizione della presente sentenza.

Non vi è pronuncia sulle spese del procedimento non avendole, l’istante, richieste.

La sentenza è resa ai sensi dell’art. 113 c.2 c.p.c. e non è esecutiva in quanto la disciplina dell’esecuzione provvisoria ex art. 282 c.p.c. trova legittima attuazione solo con riferimento alla sentenza di condanna che, è l’unica che possa, per sua natura, costituire titolo esecutivo.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace del Mandamento di Pozzuoli, definitivamente pronunciando sulla domanda proposta da (…) Bruno nei confronti di (…) Immacolata, EQUITATIVAMENTE, così provvede:

1) dichiara l’avvenuto trasferimento della proprietà dell’autovettura Peugeot 741 A47 tg.(…) da (…) Bruno nato a Napoli il (…) e residente in (…) (NA) alla Via (…) n.(…) – Cod. Fisc.: (…) - a (…) Immacolata nata a (…) (CS) il (…) e residente in (…) (NA) alla Via (…) n.(…) – Cod. Fisc.: (…) - a far tempo dal 14 novembre 2003, facultando l’attore di ottenere la trascrizione della presente sentenza ai sensi dell’art. 2686 Cod. Civ.;

2) nulla per le spese del procedimento;

3) sentenza non esecutiva.

Così decisa in Pozzuoli e depositata in originale il giorno 28 febbraio 2005.

IL GIUDICE DI PACE

(Avv. Italo BRUNO)

DEPOSITATA IN CANCELLERIA

IL GIORNO 28 febbraio 2005

IL CANCELLIERE



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.005
Cookie