RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS



Giudice di Pace di Marigliano, ordinanza del 16.04.07


Competenza · eccezione · tempestività · analisi di tutti i criteri

Sintesi alla Fonte:

http://www.iussit.eu/index.php?option=com_content&task=view&id=121&Itemid=1

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

GIUDICE DI PACE DI MARIGLIANO

Giudice Dott. Domenico Chianese

.

Il Giudice

(omissis)

Letti gli atti della causa avente ruolo n. 604/2007 RGAC, sentite le parti osserva:

la mutata interpretazione del combinato disposto di cui agli artt.38 e 102 cpc (Cfr C. Cost.41/2006) non infirma il consueto onere di specificazione ed esaustività che incombe sull’interessato, nè pone deroghe alle decadenze o tardività (per i rapporti tra pronunzia costituzionale e onere in tema di eccezione, cfr. Cass. ord. 18.12.2006 n.27040), dovendosi anzi ribadire che l’omessa analisi di tutti i fori astrattamente invocabili, rende del tutto inefficace l’eccezione medesima, ancorchè tempestivamente sollevata (cfr.ex plurimis Cass. n.6840/2003, Cass. Civ. 2301/00; Cass. civ., Sez. Unite, 23/04/1999, n.248; App. Napoli, Sez. III, 30/03/2006), pur singolarmente eccepita da taluna delle parti ed indipendentemente dal merito della doglianza. Va di fatti ricordato che “la parte che eccepisce l'incompetenza del giudice adito non solo deve formulare la sua istanza, a pena di decadenza, con il primo atto difensivo del giudizio, con l'indicazione, altresì, del giudice che essa ritiene competente, in difetto dovendosi l'eccezione considerare come non proposta, ma ha anche l'onere di giustificare la presunta incompetenza in relazione a tutti i criteri assunti dalla legge per la determinazione di fori concorrenti, ipoteticamente giustificativi della scelta operata dall'attore. Ne segue, pertanto, che il difetto di tale specifica contestazione, nelle cause relative a diritti di obbligazione, determina la competenza del giudice adito in base al profilo non contestato.”( cfr Cass. civ., Sez. III, 30/08/2004, n.17371; Cass. civ. (Ord.), Sez. III, 15/02/2003, n.2346; Cass. civ., Sez. III, 24/10/1998, n.10577: nella specie a fronte di una domanda di risarcimento dei danni da fatto illecito il convenuto non aveva contestato il criterio di collegamento riferito al forum delicti, a nulla rilevando che tale foro fosse stato già indicato quale foro della residenza del convenuto).

Inoltre, l’interessato incontra anche il limite della non emendabilità della sua eccezione, essendo “l'eccezione di incompetenza territoriale sollevata... nel primo atto difensivo... cristallizzata nei termini risultanti dalle deduzioni articolate in tale atto, mentre restano irrilevanti le deduzioni successive.” (cfr ex multis Cass. civ., Sez. III, 25/11/2005, n.24903; Cass. civ. (Ord.), Sez. I, 13/05/2005, n.10102 Cass. civ. (Ord.), Sez. I, 04/02/2005, n.2344). Del resto l’attore non ha nessun onere di specificazione dei motivi di scelta del foro adito (Cass. civ., Sez. III, 25/11/2005, n.24903).

Ciò posto va ribadito e condiviso il principio secondo cui “il convenuto in una causa di responsabilità aquiliana il quale eccepisca l'incompetenza per territorio ha l'onere di contestare la competenza del giudice adito con riferimento, tra l'altro, a entrambi i criteri di collegamento previsti dall'art. 20 c.p.c. (quello del "forum commissi delicti" e quello del "forum destinatae solutionis"), dovendo, in mancanza, ritenersi la competenza radicata presso detto giudice per inammissibilità della sollevata eccezione, rilevabile d'ufficio anche in sede di legittimità.”(Cass. civ., Sez. I, 29/03/2005, n.6626). Quindi la parte non solo ha l’onere di analizzare e valutare con completezza la questione anche sotto il profilo del forum destinatae solutionis come quello di cui all’;art.1182, comma IV c.c., astrattamente invocabile per gli obblighi risarcitori da illecito (cfr anche Cass. n.4057/95), ma anche, tanto per le persone fisiche che per quelle giuridiche, quello del luogo in cui alla data del fatto si trovi il domicilio di questa o la sede, trattandosi di criterio di collegamento, autonomo rispetto a quello di residenza, rilevante ai fini dell’applicazione tanto dell’art.18 c.p.c. quanto del successivo art.20 cpc (cfr per il pregio della motivazione Cass. n. 3111/02, per la prova sul domicilio o residenza del rappresentante nel circondario ex art.19 cpc; Cass. n.4975/97) e ciò anche per il profilo dell’attualità al momento della proposizione della domanda.

Va infine rimarcato che, in subjecta materia, “il danno oggetto dell'obbligazione risarcitoria aquiliana è esclusivamente quello che consegue al fatto lesivo, sicché il legislatore, nel fissare la competenza facoltativa, di cui all'art. 20 c.p.c., nel luogo in cui è sorta l'obbligazione, ha finito per individuare la competenza territoriale del giudice del luogo in cui si è verificato il danno risarcibile e non il fatto potenzialmente idoneo a produrlo.”(App. Napoli, Sez. IV, 08/03/2006 ed anche C.Cost. 184/86 e 372/94) onde l’ulteriore necessità di analisi su tale astratto criterio.

Nel caso di specie, quindi, v’è difetto di tale completezza (come ad esempio in ordine all’;esistenza di una sede secondaria o di un rappresentante nel circondario) che impedisce la valutazione dell’eccezione.

.

PQM

Trattiene la causa per la dedotta inefficacia della doglianza. Fissa l’udienza del …..06.2007 per la definitiva precisazione di cui all’;art. 320 III comma cpc.

Marigliano, 16.04.07

Il Giudice di Pace

Dott. Domenico Chianese



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.004
Cookie