RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS


adv iusondemand

Giudice di Pace Borgo San Lorenzo Sentenza 22 maggio 2007, n. 432


Circolazione stradale · sinistro all'estero · viaggi · turismo · agenzia · danno da vacanza rovinata

fonte:

http://www.mphlex.it/GdP%20%2022.05.2007%20n.%20432%20-%20concessionario%20e%20responsabilita%20per%20vizi%20del%20prodotto.pdf

---

Acclarato dunque che la convenuta assume la qualifica di venditore, si rende applicabile l'art. 1519

quater del codice civile, nei limiti da esso previsti. Oltre al diritto alle riparazioni - titolo peraltro

non vantato in questa sede - è possibile estendere la responsabilità del venditore a certi tipi di

danno, che siano diretta conseguenza dei vizi della cosa, interpretando estensivamente, ma

razionalmente, l'inciso del quinto comma di tale articolo, là dove esso prescrive che le riparazioni o

le sostituzioni non devono recare notevoli inconvenienti al consumatore.

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

Repubblica italiana

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Giudice di Pace di Borgo San Lorenzo, in persona dell'avv. Cosimo Pekelis, nella causa civile

promossa da: R. A. con l'avv. Walter Cabras

attore

contro:

R. S.r.l.

con l'avv.

convenuta

ed iscritta al n. 1160/06 del R.G. ha pronunciato la seguente sentenza.

Conclusioni per entrambe le parti: come in atti.

Svolgimento del processo. Con atto di citazione notificato il 06.07.06, R. A. conveniva in giudizio

la s.r.l. R. per sentirla condannare al risarcimento dei danni subiti e causati da un guasto all'impianto

idro-guida dell'autovettura Land Rover Free Lander, a lui venduta dalla R. s.r.l.. Il guasto era

avvenuto mentre egli si trovava in vacanza in Spagna. I danni lamentati erano i seguenti: spese per

il soggiorno obbligato in località La Herradura, e cioè pernottamento, pasti, trasferimenti, telefonate

in Italia, nonché danno da vacanza rovinata. Si costituiva la convenuta, la quale eccepiva in limine

la propria carenza di legittimazione passiva e, nel merito, contestava qualsivoglia propria

responsabilità per i danni tutti lamentati.

Venivano autorizzate memorie ex art. 320, 4° comma, del c.p.c., dopo di che veniva ammessa come

teste la sig.ra C. B., ma la prova non aveva luogo, una volta accertato che la teste aveva interesse in

causa. Veniva poi ammessa la prova di parte convenuta con la teste P. B.. All'udienza odierna, le

parti concludevano come in atti.

Motivi della decisione

Legittimazione passiva della convenuta.

E' infondata l'eccezione di carenza di legittimazione passiva, sollevata dalla convenuta.

La figura del concessionario - e la convenuta è concessionaria della Land Rover - ancorché non

disciplinata dal codice, non si identifica mai con quella del mandatario, per il semplice motivo che

egli acquista in proprio certi beni, nella specie automobili, per poi rivenderli in proprio. Prova ne sia

che il concessionario riceve dal produttore fatture per lui passive ed emette fatture attive sue proprie

a carico del cliente acquirente. Ne consegue che si crea un rapporto diretto tra il concessionario e

l'ultimo acquirente, mentre quest'ultimo non avrà mai rapporti, né diretti, né indiretti col produttore

acquei beni.

AN DEBEATUR.

Acclarato dunque che la convenuta assume la qualifica di venditore, si rende applicabile l'art. 1519

quater del codice civile, nei limiti da esso previsti. Oltre al diritto alle riparazioni - titolo peraltro

non vantato in questa sede - è possibile estendere la responsabilità del venditore a certi tipi di

danno, che siano diretta conseguenza dei vizi della cosa, interpretando estensivamente, ma

razionalmente, l'inciso del quinto comma di tale articolo, là dove esso prescrive che le riparazioni o

le sostituzioni non devono recare notevoli inconvenienti al consumatore.

A nulla rileva che il guasto ebbe a verificarsi in Spagna anziché davanti alla porta di casa dell'attore,

giacché le automobili sono costruite e vendute per viaggiare ovunque, e pertanto la garanzia per i

difetti deve operare in qualsiasi luogo si trovi il mezzo.

Devono essere pertanto riconosciute le spese per i pernottamenti, poiché non vi è prova che l'attore

abbia risparmiato il costo degli alberghi delle località ove era intenzionato a recarsi.

Possono essere riconosciute le spese telefoniche, il cui elevato numero si giustifica con la necessità

di tenere sotto pressione chi doveva provvedere alla riparazione dell'auto.

Non possono essere riconosciute le spese per i pasti, perché l'attore avrebbe comunque dovuto

nutrirsi in quel luogo o in altro. Miglior sorte non possono trovare le spese per i taxi, non essendo

stata chiarita la causa e la necessità d quegli spostamenti.

Infine, il danno da vacanza rovinata non può trovare ingresso in questa sede, perché esso pare

piuttosto riferibile agli organizzatori di viaggi ed e-scursioni, che non a soggetti del tutto diversi.

In altre parole, il contratto stipulato con un'agenzia di viaggi ha ad oggetto il viaggio medesimo,

mentre quello stipulato con un venditore di automobili ha ad oggetto appunto un'autovettura e

nient'altro. Si tratterebbe comunque di un danno indiretto, con la conseguenza che, accogliendo la

tesi opposta, si giungerebbe alla conclusione assurda che il concessionario di auto dovrebbe

rispondere anche delle conseguenze di un mancato affare, sfumato perché il mezzo si è guastato e il

cliente non è potuto giungere in tempo sul luogo della contrattazione.

Quantum debeatur.

Le spese di pernottamento possono essere riconosciute solo per la metà.

E' necessario prendere le mosse dall'ordinanza, con la quale questo giudice dichiarava l'incapacità a

testimoniare della signora C. B. Non esiste alcuna norma in forza della quale una persona di sesso

maschile debba sostenere lui solo le spese di una vacanza da lui trascorsa con una persona di sesso

femminile, quando vi è semmai la presunzione che ciascuno sostenga tali oneri per la metà, stante

l'attuale parità tra i sessi. A nulla vale il rilievo che nessuna norma vieta al soggetto maschile di

offrire una vacanza alla sua compagna, poiché avrebbe dovuto essere fornita la prova rigorosa di

una accordo preventivo in tal senso. In difetto, il danno da pernottamento rimane subito per la metà

dalla signora Bucarelli, la quale non è parte in causa.

In estrema sintesi, i danni risarcibili sono i seguenti: 217,50 per spese di albergo e 134,58 Euro per

spese telefoniche, queste ultime riconoscibili per intero all'attore, essendo lui l'unico intestatario

dell'auto, in totale 352,08 Euro. La reciproca soccombenza impone la compensazione delle spese di

lite.

P.Q.M.

definitivamente pronunciando, condanna la s.r.l. R., in persona del legale rappresentante, al

risarcimento dei danni subiti da R. A. e, che liquida in 352,08 Euro, con interessi legali dal dì

della domanda ai saldo.

Compensa integralmente le spese di lite.

Borgo San Lorenzo, 22 maggio 2007



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.004
Cookie