RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS


adv iusondemand

Cassazione civile sez. I, 18 luglio 2008, n. 19971


Amministrazione di sostegno · natura · limiti · civile

Un caso che fara' scuola e di cui si parlerà nei prossimi anni sulle riviste di diritto.

L'avv. Filippo Priolo di Voghera mi manda la sentenza (in allegato in pdf, anonimizzata) che riguarda una difficile caso di amministrazione di sostegno.

Il caso interesserà tutti i genitori i cui figli lasciano casa per finire nelle braccia di approfittatori che, in nome di valori spirituali, si approfittanno dei beni presenti (e futuri) dei piu' deboli.

Le famiglie spesso non sanno da dove iniziare. Questo caso indica una via: la famiglia puo' chiedere la nomina di un amministratore di sostegno per il figlio (in questo caso) per il compimento anche di tutti gli atti straordinari, pensando in tale sede anche in caso di morte, acche' l'erede non devolva tutto a terzi ai quali hanno dato la propria fiducia.

Insomma: si dice troppo spesso che il diritto puo' arrivare ad un punto, ma non risolvere tutto. Questo non e' stato il caso.

Una breve massima qui sotto, ma il caso completo al link sotto indicato in pdf.

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

TESTO IN PDF DISPONIBILE QUI

Con il secondo motivo la ricorrente denuncia la violazione e falsa applicazione dell'art. 407 c.c. e del diritto di difesa garantito dall'art. 24 della Costituzione, nonchè omessa motivazione su di un punto essenziale, per non avere la Corte di appello disposto, nella trattazione del reclamo, la sua audizione quale destinataria del provvedimento.

Il motivo è infondato. A norme dell'art. 407, comma 2, c.c. l'obbligo di audizione del soggetto cui il procedimento si riferisce è previsto nel giudizio davanti al giudice tutelare, ma non anche nella successiva fase del reclamo.

Nel caso di specie risulta in atti (v. il decreto del Giudice tutelare del Tribunale di Pavia in data 20 gennaio 2005, pag. 1, e lo stesso ricorso per cassazione, pag. 4) che la C. è stata sentita dal giudice tutelare nel corso del procedimento di primo grado, nel rispetto del disposto del citato art. 407 c.c. Non ricorre pertanto la violazione del diritto di difesa denunciato dalla ricorrente.



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.006
Cookie