RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS



Giudice di Pace di Gaeta, sentenza n.4088 del 28.10.2009 dep 11/01/2010


Parcheggio · contravvenzioni · sosta · strisce blu · mancato pagamento · aree libere · auto · civile

Trattasi di un verbale di accertamento per aver sostato l’autoveicolo sulle “strisce blu” senza attivare il dispositivo di controllo della durata della sosta.

Accogliendo la doglianza secondo cui, in prossimità dell'area in cui era stata accertata la violazione, il Comune non aveva riservato una zona destinata a parcheggio libero, nella sentenza che segue, il Giudice di Pace di Gaeta ha annullato il verbale in ossequio al disposto dell'art. 7 co. 8 C.d.S. ed al principio fissato dalla Cassazione a Sezioni Unite nella sentenza n. 116 del 09/01/2007.

Avv. Giuseppe Billi

www.billiweb.net

(Ringraziamo l'avv. Billi per il cortese invio auspicando il contributo di altri avvocati e giudici)

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

Sentenza n. 4088

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI GAETA REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Giudice di Pace di Gaeta, nella persona dell'Avv. XXXXX, ha pronunciato la seguente

SENTENZA

nella causa civile iscritta al n. 928/C/07 R.G.A.C. promossa da

..., nato a XXXXX il XXXXX, residente in XXXXX, Via XXXXXX n. XXXXX, rappresentato e difeso dall' Avv. Francesco Blasotti e presso il suo studio elettivamente domiciliato, in Casoria, Viale Olimpico n. 32, come da delega a margine del ricorso.

- ricorrente -

CONTRO

COMUNE DI XXXXX, in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e difeso dal Dott. XXXXX, come da deliberazione di Giunta emessa nel mese di XXXXX

- resistente -

OGGETTO Opposizione avverso verbale di accertamento.

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Con ricorso depositato in data 25/01/2007 ... proponeva opposizione avverso il verbale di accertamento n. XXXXX elevato dalla Polizia Municipale di XXXXX in data 29/07/2006 per violazione dell'art. 157 co. 6 e 8 C.d.S. Detta infrazione era stata accertata in data 29/07/2006, in XXXXX, Via XXXXXX, in quanto la vettura Skoda Fabia targata XXXXX, di proprietà del ricorrente, si trovava "in sosta in luogo consentito ma senza porre in funzione il dispositivo di controllo della durata della sosta, non esponendo nulla".

Deduceva l'opponente la nullità ed illegittimità del provvedimento impugnato, tra l'altro, sul rilievo che il Comune di XXXXX, in prossimità dell' area in cui era stata accertata la violazione, non aveva riservato una zona destinata a parcheggio libero.

Ritualmente notificato il decreto di fissazione dell'udienza di comparizione, il convenuto Comune si costituiva in giudizio contestando le avverse deduzioni e , chiedendo il rigetto del ricorso sul rilievo che il verbale è atto pubblico avente efficacia probatoria privilegiata e che non sussiste il citato obbligo nell'area di cui trattasi.

Sulle richieste delle parti il ricorso veniva, quindi, deciso come da separato dispositivo, di cui si dava lettura in udienza.

MOTIVI DELLA DECISIONE

L'opposizione è fondata e va accolta.

Rilevasi, invero, che il Comune ha l'obbligo di istituire zone di parcheggio libero accanto a quelle di parcheggio regolamentato, così come normativamente statuito ai sensi dell'art. 7 co. 8 C.d.S. e come ribadito dalla S.C. con sentenza n. 116 del 09/01/2007.

Nel caso di specie il resistente Comune non ha prodotto la documentazione attestante il rispetto di tale obbligo né quella eventuale attestante la mancata sussistenza dell' obbligo medesimo nella zona di cui trattasi.

L'opposizione, pertanto, va accolta, con conseguente annullamento del verbale impugnato, rendendosi superfluo l'esame di ulteriori rilievi dedotti in ricorso.

Attesa la natura del giudizio, concorrono giusti motivi per compensare tra le parti le spese dello stesso.

P. Q. M.

Il Giudice di Pace di Gaeta, definendo il ricorso proposto da ... nei confronti del Comune di XXXXX, in persona del Sindaco pro tempore, così provvede:

1) accoglie il ricorso;

2) annulla il provvedimento impugnato;

3) compensa tra le parti le spese del giudizio.

Così deciso in Gaeta il 28/10/2009

IL GIUDICE DI PACE

IL CANCELLIERE B3

Depositato in cancelleria il 11/01/2010



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.004
Cookie