RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS


adv iusondemand

Cassazione penale del 21 maggio 2013 n. 21652


Azienda · sequesto · penale · civile · software · computer · hardware · legalgeek

"reati di associazione a delinquere e truffa consistita nella falsificazione dei cedolini e segnatamente nella alterazione di alcune voci del prospetto retributivo, mediante un sistema di ritocco con appositi software, preceduto da annotazioni manuali apposte sulle stampe provvisorie dei cedolini, sicché si appalesava la necessità che il provvedimento di sequestro insistesse sulla documentazione originale, al fine di consentire, nel corso degli accertamenti tecnici che sarebbero stati compiuti"

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

Svolgimento del processo

Il G.I.P. del Tribunale di Busto Arsizio, con ordinanza in data 6 luglio 2012, rigettava l’opposizione avverso il decreto del P.M. del 13 aprile 2012 di diniego di restituzione dei beni sequestrati nel procedimento a carico, tra gli altri, di M.R., quale amministratore unico della cooperativa sociale X.

Il G.I.P. osservava che si trattava di documentazione afferente le buste paga dei dipendenti della cooperativa dal 2009 al 2011 e di personal computer in dotazione dell’ufficio paghe della medesima società, beni che erano stati compiutamente descritti dal P.M. nel decreto di perquisizione e sequestro, per cui il relativo verbale di sequestro non necessitava di convalida.

Con riferimento alle esigenze probatorie, lo stesso G.I.P. osservava che si procedeva per i reati di associazione a delinquere e truffa consistita nella falsificazione dei cedolini e segnatamente nella alterazione di alcune voci del prospetto retributivo, mediante un sistema di ritocco con appositi software, preceduto da annotazioni manuali apposte sulle stampe provvisorie dei cedolini, sicché si appalesava la necessità che il provvedimento di sequestro insistesse sulla documentazione originale, al fine di consentire, nel corso degli accertamenti tecnici che sarebbero stati compiuti, la ricostruzione dei diversi passaggi effettuati in relazione a ciascun prospetto paga.

Propone ricorso per cassazione il difensore del M., deducendo erronea applicazione e violazione della legge penale e processuale, con connesso vizio di motivazione.

Il ricorrente ritiene che nella fattispecie fosse necessario un provvedimento di convalida del sequestro, poiché nel decreto di perquisizione e sequestro l’elencazione dei beni da sequestrare sarebbe del tutto generica così come generico sarebbe il riferimento all’ipotesi di reato per cui si procede. Inoltre, non si comprenderebbe la necessità di asportare sia la documentazione cartacea che i computer, privando l’azienda di ogni documento.

Motivi della decisione

I motivi di ricorso sono infondati e devono essere rigettati.

Contrariamente a quanto affermato dal ricorrente, il decreto di perquisizione e sequestro indica specificamente i beni da sequestrare: “documentazione fiscale, documenti attinenti i fogli di servizio del personale, cedolini/statini paga, L.U.L. (libro unico del lavoro), P.C., tablet, supporti informatici di qualsiasi tipo, contabilità di registro”; la formula “qualsiasi altro materiale utile probatorio per il reato contestato” viene utilizzata solo quale clausola di chiusura dell’elencazione e non può che riguardare qualsiasi altro oggetto strettamente connesso a quelli specificamente elencati; d’altro canto, non risultano oggetti sequestrati estranei rispetto a quelli specificati nel decreto di sequestro, né il difensore li indica, lamentando soltanto che sia stata sequestrata sia la documentazione cartacea che i computer, ma sul punto il provvedimento impugnato ha evidenziato, quale esigenza probatoria, “la necessità che il provvedimento di sequestro insista sulla documentazione originale” al fine di consentire gli accertamenti tecnici indispensabili per accertare le contestate falsificazioni di cedolini, mediante l’utilizzo anche di sistemi di ritocco con appositi software.

Per quanto concerne, inoltre, il reato contestato, esso è indicato nel decreto di perquisizione e sequestro non solo con l’indicazione del relativo articolo del codice (art. 416 c.p.), ma anche nel suo contenuto fattuale, mediante il richiamo integrativo all’informativa del Comando Carabinieri per la tutela del lavoro n. 16/9 di prot. Datata 29/02/2012.

Al rigetto del ricorso consegue la condanna del ricorrente al pagamento delle spese processuali.

PQM

Rigetta il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese processuali.



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.003
Cookie