RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    

L'innovazione nel mondo legale: ci riesce solo il 10%, perchè ?

Ne parliamo nel webinar gratuito ma privato martedì 7 luglio ore 18.15

adv IusOnDemand


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS



Cassazione tributaria del 1 dicembre 2014, n. 25395


Notifica · cassazione · commissione · regionale · tributario · inammissibile · procedura civile

fonte:http://www.tcnotiziario.it/Articolo/Index?idArticolo=303490&cat=ULTFIS&fonte=Teleconsul.it%20-%20Ultimissime%20Fiscale

"Il ricorso per cassazione avverse le sentenze delle Commissioni Tributarie va quindi notificato nelle forme del codice di procedura civile (salvo il disposto della legge n. 53/94 e successive modificazioni)"

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

Svolgimento del processo

Il sig. A.G. ricorre contro l’Agenzia delle entrate per la cassazione della sentenza con cui la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte, confermando sul punto la sentenza di primo grado, ha rigettato la domanda di rimborso IRPEF avanzata dal contribuente con riferimento alle ritenute effettuate dal suo datore di lavoro sulle somme corrisposte quale incentivo alle dimissioni; domanda basata sul contrasto - accertato con la sentenza della Corte di Giustizia Europea del 21.7.05, in causa C-207/04 - tra la Direttiva comunitaria 76/207 CE e la disposizione dettata dall’articolo 19, comma 4 bis, TUIR.

Secondo la Commissione Tributaria Regionale la domanda di rimborso era intempestiva, in quanto proposta oltre il termine di 48 mesi dalla data di effettuazione della ritenuta.

Il ricorso si articola su due mezzi, riferiti, il primo, alla statuizione di merito e, il secondo, alla pronuncia sulle spese (con la quale la Commissione Tributaria Regionale ha condannato il contribuente alle spese del primo e del secondo grado).

L’Agenzia delle entrate non si è costituita in questa sede.

La causa è stata discussa all’udienza pubblica del 9.10.14, per la quale il ricorrente ha depositato memoria.

Motivi della decisione

Il ricorso è inammissibile, perché non è stato notificato nelle forme di cui agli articoli 137 e segg, del codice di procedura civile, o delle speciali disposizioni di cui alla legge n. 53/94 e successive modificazioni, ma è stato consegnato all’Ufficio Torino 1 Front Office della Agenzia delle entrate, che ne ha rilasciato ricevuta in data 23.12.11.

Al riguardo va precisato che la notifica "mediante consegna dell’atto all’impiegato addetto che ne rilascia ricevuta sulla copia" è prevista dalla legge (articolo 16, terzo comma, D.Lgs. 546/92) per le notifiche degli atti del giudizio tributario; laddove, a mente del secondo comma dell’articolo 62 D.Lgs. 546/92, "al ricorso per cassazione ed al relativo procedimento si applicano le norme del codice di procedura civile, in quanto compatibili con quelle del presente decreto

Il ricorso per cassazione avverse le sentenze delle Commissioni Tributarie va quindi notificato nelle forme del codice di procedura civile (salvo il disposto della legge n. 53/94 e successive modificazioni). La diretta consegna di tale ricorso, ad opera del ricorrente o del suo difensore, all’impiegato addetto all’Ufficio esula completamente dal paradigma normativo della notifica contemplata dal codice di rito (che postula l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario) e, pertanto, deve considerarsi inesistente; dal che discende l’inammissibilità del ricorso per omessa notifica. Per il caso, speculare a quello qui in esame, di inesistenza della notifica del ricorso per cassazione effettuata dall’Agenzia delle entrate tramite i messi autorizzati di cui al quarto comma del medesimo articolo 16 D.Lgs. 546/92, si veda Cass. 21216/05: "In tema di contenzioso tributario, i messi speciali degli uffici finanziari hanno potere di effettuare validamente notifiche - ove debitamente autorizzati ai sensi dell'art. 16, quarto comma, del d.lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 - nell'ambito del procedimento speciale dinanzi alle commissioni tributarie, ma sono privi di qualsiasi potere notificatorio nell'ambito del procedimento per cassazione (anche se in materia tributaria), che è regolato esclusivamente dalle norme di carattere generale ed in particolare dal codice di procedura civile. (Nella specie, la S.C. ha dichiarato inammissibile il ricorso per nullità insanabile della notifica, pur avendo il messo speciale indicato la propria qualità e specificato le proprie generalità)."

Non vi è luogo a regolazione di spese, non essendosi costituita l’intimata.

P.Q.M.

Dichiara inammissibile il ricorso.



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.003