RicercaGiuridica.com
Oltre 50.000 sentenze gratuite e social
Newsletter gratuita info e privacy:

Chi siamo

Follow on Twitter Facebook Telegram Scrivici Stampa    

Le basi operative del GDPR
Valutazione: 4.55 su 5
adv IusOnDemand


Cassazione - Sentenze - Dal 2000 la 1o banca dati di sentenze in puro testo share to whatsapp


Materie - Manda testi - Segnala url - testi integrali - RSS



Cassazione III Civile del 23 ottobre - 12 dicembre 2014, n. 26168


Azione revocatoria · vendita · immobili · litisconsorzio necessario · coniuge · comunione · revocatoria · civile

fonte:http://www.laleggepertutti.it/60722_revocatoria-della-vendita-di-immobile-la-banca-puo-citare-solo-la-moglie-o-il-marito

"qualora uno dei coniugi, in regime di comunione legale dei beni, abbia da solo acquistato o venduto un bene immobile da ritenersi oggetto della comunione, il coniuge rimasto estraneo alla formazione dell'atto e' litisconsorte necessario in tutte le controversie in cui si chieda al giudice una pronuncia che incida direttamente e immediatamente sul diritto dominicale, mentre non puo' ritenersi tale in quelle controversie in cui si chieda una decisione che incide direttamente e immediatamente sulla validita' ed efficacia del contratto."

Condividi su: FaceBook   Email - Seguici su facebook Facebook   telegramTelegram

Presidente Segreto ' Relatore Spirito

 

Svolgimento del processo

 

La Banca Popolare dell'Irpinia, creditrice dello Z. per la restituzione di un finanziamento, cito' in giudizio il debitore per ottenere la revocatoria degli atti con i quali quest'ultimo aveva trasferito un cespite immobiliare in favore di sua sorella Z. A.M. ed altro cespi­te in favore di I.F..

Il Tribunale di Benevento accolse la domanda con sentenza poi confermata dalla Corte d'appello di Napoli.

Propone ricorso per cassazione I.F. attraverso due motivi. Si difende con controricorso la Banca della Campa­nia (gia' Banca Popolare dell'Irpinia).

Motivi della decisione

Attraverso il 1° motivo (violazione artt. 177 e 102 c.p.c.) la ricorrente sostiene che il contraddittorio non sia integro, siccome la Banca avrebbe dovuto citare in giudizio anche il marito della Izzo, la quale acquisto' il bene in re­gime di comunione legale.

Il motivo e' infondato. Basti citare in proposito il princi­pio giurisprudenziale in ragione del quale, qualora uno dei coniugi, in regime di comunione legale dei beni, abbia da solo acquistato o venduto un bene immobile da ritenersi oggetto della comunione, il coniuge rimasto estraneo alla formazione dell'atto e' litisconsorte necessario in tutte le controversie in cui si chieda al giudice una pronuncia che incida direttamente e immediatamente sul diritto dominicale, mentre non puo' ritenersi tale in quelle controversie in cui si chieda una decisione che incide direttamente e immediatamente sulla validita' ed efficacia del contratto. Pertanto, in riferimento all'azione revocatoria, esperita ai sensi dell'art. 290 cod. civ., non sussiste un ipotesi di litisconsorzio necessario, poiche' detta azione non determina alcun effetto restitutorio ne' traslativo, ma com­porta l'inefficacia relativa dell'atto rispetto al creditore, senza caducare, ad ogni altro effetto, l'atto di alie­nazione. (Cass. n. 2082/13 ed in origine SU n. 9660/09).

Il secondo motivo (violazione artt. 2901, 2704 e 2729, vizi della motivazione, violazione art 116 c.p.c.) e' in parte inammissibile ed in parte infondato. E' inammissibile lad­dove la ricorrente prospetta una serie di questioni di fatto tendenti a conseguire dalla Corte di legittimita' una nuova e differente valutazione degli elementi probatori emersi in ordine alla accertata sussistenza della consapevolezza, da parte della ricorrente stessa, di arrecare pregiudizio agli interessi del creditore. E' infondato laddove lamenta violazione di legge e vizi della motivazione, posto che il giudice del merito s'e' rigorosamente attenuto ai principi giurisprudenziali in materia ed ha espresso il suo giudizio mediante motivazione logica e congrua. A riguardo basti citare Cass. n. 15257/04, a mente della quale il presupposto soggettivo dell'azione revocatoria, che nell'ipotesi di atto successivo al sorgere del credito e' costituito dalla scientia fraudis, puo' essere dimostrato anche con il ricorso a presunzioni e l'apprezzamento espresso al riguardo dal giudice del merito e' insindacabile in sede di legit­timita' se congruamente motivato.

In conclusione, il ricorso deve essere respinto, con con­danna della ricorrente a rivalere la controparte delle spese sopportate nel giudizio di cassazione.

 

P.Q.M.

 

La Corte rigetta il ricorso e condanna la ricorrente al pagamento delle spese del giudizio di cassazione, che liquida in complessivi E 5200,00 (cinquemiladuecento/00), di cui E 200,00 (duecento/00) per spese, oltre spese generali ed ac­cessori di legge.



Ricevi gli aggiornamenti su questa e altre sentenze:

Email: (gratis Info privacy)


Tags:

 


Le piu' lette del mese
Sommario:


Visita le banche dati: Diritto Sportivo - Procedura civile - Diritto di internet
. Ambiente
. Assegno divorzile
. Autovelox
. Banche
. Circolazione stradale
. Condominio
. Consumatori
. Contravvenzioni stradali
. Convivenza
. Danni
. Danno esistenziale
. Divorzi
. Evidenza
. Fallimento
. Famiglia
. Fermo amministrativo
. Immigrazione
. Inedite
. Internet
. Lavoro
. Locazioni
. Mobbing
. More Uxorio
. Parcheggi
. Photored
. Procedura
. Responsabilità del medico
. Separazioni
. Strada
. Vacanza rovinata






Ultime G.U:







Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. Sono anonimizzati. I nomi sono tutti di fantasia. E' noto che alcuni estremi di sentenze non coincidono con altre fonti sul web. Verificate sempre gli estremi. Copiate liberamente i testi segnalati, linkando ricercagiuridica.com, grazie.


    Altro: - Corte Cost. - Forum - Gloxa - IusSeek - Mappa - Leggi - Libri - Link - Mobile - Penale - Podcast - Tribut. - Embed - Edicola - Altre Ricerche - Toolbar - Store


IusOnDemand srl - p.iva 04446030969 - Privacy policy (documenti anonimizzati) - Cookie - Segnala errori - Toolbar - Software e banca dati @ - 0.003