Art. n°
Seleziona la fonte

Art. 231 Cod.Str.2018

(D.P.R. ...) [Aggiornato al ...]

Abrogazione di norme precedentemente in vigore

Dispositivo

Art. 231

Abrogazione di norme precedentemente in vigore


1. Sono abrogate dalla data di entrata in vigore del presente codice, salvo quanto diversamente previsto dalle disposizioni del capo II del presente titolo, le seguenti disposizioni:


- regio decreto 8 dicembre 1933, n. 1740, nella parte rimasta in vigore ai sensi dell'art. 145 del decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n. 393;


- il regio decreto Legge 16 dicembre 1935, n. 2771, modificato dalla Legge 24 dicembre 1951, n. 1583, articolo 3;


- Legge 12 febbraio 1958, n. 126, ad eccezione dell'art. 14;


- decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n. 393;


- decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1959, n. 420;


- Legge 7 febbraio 1961, n. 59, art. 25, lettera n);


- Legge 24 luglio 1961, n. 729, art. 9, sesto comma;


- Legge 12 dicembre 1962, n. 1702;


- Legge 3 febbraio 1963, n. 74;


- Legge 11 febbraio 1963, n. 142;


- Legge 26 giugno 1964, n. 434;


- Legge 15 febbraio 1965, n. 106;


- Legge 14 maggio 1965, n. 576;


- Legge 4 maggio 1966, n. 263;


- legge 1° giugno 1966, n. 416;


- Legge 20 giugno 1966, n. 599;


- Legge 13 luglio 1966, n. 615, limitatamente al Capo VI ;


- D.L. 21 dicembre 1966, n. 1090, convertito dalla Legge 16 febbraio 1967, n. 14; (9)


- Legge 9 luglio 1967, n. 572;


- Legge 4 gennaio 1968, n. 14;


- Legge 13 agosto 1969, n. 613;


- Legge 24 dicembre 1969, n. 990, art. 32, limitatamente ai veicoli;


- Legge 10 luglio 1970, n. 579;


- decreto del Presidente della Repubblica 22 febbraio 1971, n. 323;


- Legge 31 marzo 1971, n. 201;


- Legge 3 giugno 1971, n. 437;


- Legge 22 febbraio 1973, n. 59;


- D.L. 23 novembre 1973, n. 741, convertito della Legge 22 dicembre 1973, n. 842;


- Legge 27 dicembre 1973, n. 942;


- Legge 14 febbraio 1974, n. 62;


- Legge 15 febbraio 1974, n. 38;


- Legge 14 agosto 1974, n. 394;


- D.L. 11 agosto 1975, n. 367, convertito della Legge 10 ottobre 1975, n. 486;


- Legge 10 ottobre 1975, n. 486;


- Legge 25 novembre 1975, n. 707;


- Legge 7 aprile 1976, n. 125;


- Legge 5 maggio 1976, n. 313;


- Legge 8 agosto 1977, n. 631;


- Legge 18 ottobre 1978, n. 625, art. 4, terzo comma;


- Legge 24 marzo 1980, n. 85;


- legge 24 novembre 1981 n. 689 art. 16 secondo comma, per la parte relativa al testo unico delle norme sulla circolazione stradale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 15 giugno 1959, n. 393;


- Legge 10 febbraio 1982, n. 38;


- Legge 16 ottobre 1984, n. 719;


- Legge 11 gennaio 1986, n. 3;


- D.L. 6 febbraio 1987, n. 16, convertito della Legge 30 marzo 1987, n. 132, articoli 8, 9, 14, 15, 16;


- Legge 14 febbraio 1987, n. 37;


- Legge 18 marzo 1988, n. 111;


- Legge 24 marzo 1988, n. 112;


- Legge 24 marzo 1989, n. 122, titolo IV;


- Legge 22 aprile 1989, n. 143;


- D.L. 24 giugno 1989, n. 238, convertito della Legge 4 agosto 1989, n. 284;


- Legge 23 marzo 1990, n. 67;


- Legge 2 agosto 1990, n. 229;


- Legge 15 dicembre 1990, n. 399;


- Legge 8 agosto 1991, n. 264, art. 7, comma 3;


- Legge 14 ottobre 1991, n. 336;


- Legge 8 novembre 1991, n. 376;


- Legge 5 febbraio 1992, n. 122, art. 12.


2. Sono inoltre abrogate tutte le disposizioni comunque contrarie o incompatibili con le norme del presente codice.


3. ((In deroga a quanto previsto dal capo I del titolo II, si applicano le disposizioni di cui al capo V del titolo II del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, e successive modificazioni)). Restano, comunque, in vigore le disposizioni di cui alla Legge 24 gennaio 1978, n. 27.


------------------


AGGIORNAMENTO (9)


Il D.Legge 1 luglio 1994, n. 428, convertito con modificazioni dalla


legge8 agosto 1994, n. 505, ha disposto (con l'art. 4, comma 1) che


"L'abrogazione del decreto-legge 21 dicembre 1966, n. 1090,


convertito, con modificazioni, dalla legge 16 febbraio 1967, n. 14,


di cui all'articolo 231 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.


285, deve intendersi riferita agli articoli 2, 7 e 8, che


disciplinano materie attinenti la circolazione stradale."



Ratio Legis


Spiegazione