Art. n°
Seleziona la fonte

Art. 73 Terzo Settore 2020

(D.P.R. ...) [Aggiornato al ...]

Altre risorse finanziarie specificamente destinate al sostegno degli enti del Terzo settore

Dispositivo

Art. 73

Altre risorse finanziarie specificamente destinate al sostegno degli enti del Terzo settore


1. A decorrere dall'anno 2017, le risorse finanziarie del Fondo nazionale per le politiche sociali, di cui all'articolo 20, comma 8, della Legge 8 novembre 2000, n. 328, destinate alla copertura degli oneri relativi agli interventi in materia di Terzo settore di competenza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di cui alle seguenti disposizioni, sono trasferite, per le medesime finalita', su un apposito capitolo di spesa iscritto nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, nel programma «Terzo settore (associazionismo, volontariato, Onlus e formazioni sociali) e responsabilita' sociale delle imprese e delle organizzazioni», nell'ambito della missione «Diritti sociali, politiche sociali e famiglia»:


a) articolo 12, comma 2 della Legge 11 agosto 1991, n. 266, per un ammontare di 2 milioni di euro;


b) articolo 1 della Legge 15 dicembre 1998, n. 438, per un ammontare di 5,16 milioni di euro;


c) articolo 96, comma 1, della Legge 21 novembre 2000, n. 342, per un ammontare di 7,75 milioni di euro;


d) articolo 13 della Legge 7 dicembre 2000, n. 383, per un ammontare di 7,050 milioni di euro;


2. Con uno o piu' atti di indirizzo del Ministro del lavoro e delle politiche sociali sono determinati annualmente, nei limiti delle risorse complessivamente disponibili, gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento, le linee di attivita' finanziabili e la destinazione delle risorse di cui al comma 1 per le seguenti finalita':


a) sostegno alle attivita' delle organizzazioni di volontariato;


b) sostegno alle attivita' delle associazioni di promozione sociale;


c) contributi per l'acquisto di autoambulanze, autoveicoli per attivita' sanitarie e beni strumentali.


3. In attuazione degli atti di indirizzo di cui al comma 2, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali individua, mediante procedure poste in essere nel rispetto dei principi della Legge 7 agosto 1990, n. 241, i soggetti beneficiari delle risorse, che devono essere iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore.



Ratio Legis


Spiegazione